Richieste online

NOTA BENE:

  1. Vi invitiamo a consultare lo Statuto, il Codice Etico, il Regolamento dell’attività istituzionale e le Istruzioni operative per l’attività erogativa, al fine di conoscere meglio l’operato della Fondazione e le regole per presentare richiesta di contributo alla stessa.
  2. Con riferimento alle modalità di rendicontazione dei contributi (per le richieste inoltrate utilizzando il nuovo ROL), Vi invitiamo a consultare le seguenti presentazioni:

 

Attraverso quali canali è possibile accedere ai contributi?

A partire dal 2019 lo strumento del bando viene introdotto anche per le proposte progettuali sinora definite "richieste aperte".

Le proposte progettuali dovranno essere presentate utilizzando esclusivamente l'apposita procedura online accessibile dal sito istituzionale della Fondazione in una delle 2 seguenti sessioni erogative:

  1. dalle ore 9.00 del 1° gennaio 2019 alle ore 18.00 del 31 marzo 2019;
  2. dalle ore 9.00 del 1° aprile 2019 alle ore 18.00 del 30 giugno 2019.

L'istruttoria dei progetti sarà effettuata dalla Fondazione solo dopo la chiusura di ciascuna sessione del bando.

 

BANDO ANNUALE

CHI

Sono destinatari del bando - in qualità di ente proponente o capofila - gli enti descritti all'articolo 10 del Regolamento dell'attività istituzionale della Fondazione. L'ente richiedente (o capofila) deve essere di norma costituito da almeno 2 anni alla data di presentazione della richiesta al fine di garantire le necessarie caratteristiche di solidità e continuitò operativa per la realizzazione e la sostenibilità delle iniziative.

FINALITA’

Sarà possibile presentare richieste di contributo che facciano riferimento ai seguenti settori di intervento come definiti nel Piano Pluriennale di Attività 2018-2020 e nel Documento Programmatico Previsionale 2019:

  • Arte, attività e beni culturali;
  • Ricerca scientifica e tecnologica;
  • Salute pubblica, medicina preventiva e riabilitativa;
  • Sviluppo locale ed edilizia popolare locale;
  • Volontariato, filantropia e beneficenza;
  • Educazione, istruzione e formazione;
  • Protezione e qualità ambientale.

Saranno privilegiate le proposte progettuali che risulteranno maggiormente in linea con gli indirizzi, le priorità e gli obiettivi della Fondazione espressi nel Documento Programmatico Previsionale 2019.

DOVE

Verranno privilegiati i soggetti aventi sede nel territorio di intervento della Fondazione di cui all'art. 1, comma 3 dello Statuto, e le proposte progettuali realizzate nel medesimo ambito.

QUANDO

Le proposte progettuali dovranno essere presentate utilizzando esclusivamente l'apposita procedura online accessibile dal sito istituzionale della Fondazione in una delle 2 seguenti sessioni erogative:

  1. dalle ore 9.00 del 1° gennaio 2019 alle ore 18.00 del 31 marzo 2019;
  2. dalle ore 9.00 del 1° aprile 2019 alle ore 18.00 del 30 giugno 2019.

Le richieste devono inoltre preferibilmente pervenire con almeno due mesi di anticipo rispetto alla data indicata nella modulistica quale data di inizio del progetto/iniziativa, o comunque alla data in cui l’ente necessita di una risposta in merito, in modo da consentire il regolare svolgimento dell’iter istruttorio e fornire un puntuale riscontro degli esiti.

ESITI

L'istruttoria dei progetti sarà effettuata dalla Fondazione solo dopo la chiusura di ciascuna sessione del bando.

 

BANDI TEMATICI

Nell’ambito dei bandi, la presentazione dei progetti avviene nei termini e con le modalità previste dai relativi regolamenti, che verranno resi pubblici su questo sito e che specificheranno: le condizioni di accesso, le tempistiche, le attività escluse, la documentazione richiesta, i criteri specifici per la valutazione delle stesse e, di norma, l’ammontare delle risorse stanziate.

Attualmente sono attivi i seguente bandi:

 

PROCEDURA PER PRESENTARE LE RICHIESTE

Verranno esaminate esclusivamente le richieste pervenute secondo la procedura online disponibile su questo sito e con le modalità di seguito illustrate:

Accreditamento

Prima di presentare qualsiasi domanda di contributo è necessario accreditarsi, cioè fornire alla Fondazione le informazioni essenziali sull’Ente richiedente. L’accreditamento è il passaggio preliminare indispensabile per accedere alla modulistica per la presentazione della domanda medesima. L’accreditamento viene accettato previa verifica dei requisiti da parte degli uffici della Fondazione.

Le credenziali ottenute dovranno essere conservate per eventuali future richieste di contributo.

Presentazione richieste

Occorre:

  • inserire le credenziali di accesso presenti sulla mail ricevuta dal legale rappresentante in fase di accreditamento;
  • compilare il modulo di richiesta di proprio interesse (richiesta aperta o bando);
  • verificare, confermare la richiesta e inviarla attraverso la procedura on line;
  • far sottoscrivere al legale rappresentante l’ultima pagina del modulo e trasmetterla contestualmente alla Fondazione attraverso la procedura on-line. Soltanto dopo aver concluso quest’ultima operazione, la richiesta di contributo potrà ritenersi correttamente inoltrata e valida (ad eccezione di quanto specificatamente previsto per il Bando Inserimento lavorativo disabili).

Le richieste non presentate con tale procedura non saranno ammesse.

Criteri di valutazione

Per valutare le richieste di contributo presentate alla Fondazione il Consiglio di amministrazione della stessa definisce metodi e parametri, desunti dagli obiettivi, dalle linee di operatività e priorità degli interventi, nonché dal sistema dei valori di riferimento e con un’attenta valutazione dei costi in relazione ai benefici attesi, ispirati a principi di imparzialità, comparazione e trasparenza.  

L’individuazione dei singoli progetti da finanziare e la determinazione dell’importo dei relativi finanziamenti viene effettuata dal Consiglio di amministrazione con proprie deliberazioni, previo parere delle competenti commissioni di valutazione, ove designate. I progetti e le iniziative ritenuti ammissibili vengono sottoposti alle valutazioni di merito avuto riguardo:

  • alla congruità dei progetti rispetto ai documenti di programmazione della Fondazione;
  • alla capacità di lettura del bisogno cui il progetto intende fare fronte e all’adeguatezza della soluzione proposta;
  • alla sostenibilità economica e alla fattibilità, anche finanziaria, dell’iniziativa;
  • ai profili innovativi dell’iniziativa o del progetto e della sua capacità di perseguire i fini dell’erogazione;
  • alle caratteristiche del richiedente in termini di esperienza maturata nel settore o nella realizzazione di iniziative analoghe, di capacità di gestire professionalmente l’attività proposta e di reputazione;

Il Consiglio di amministrazione privilegia inoltre, di norma, i progetti:

  • caratterizzati da un adeguato grado di innovatività in termini di risposta al bisogno, di modalità organizzative o di impiego delle risorse;
  • capaci di proseguire l’azione attraverso la generazione diretta di risorse, l’attrazione di proventi futuri o la presa in carico dell’iniziativa da parte di altri soggetti pubblici o privati;
  • in grado di mobilitare altre risorse (co-finanziamento), sia provenienti da altri soggetti finanziatori, che da autofinanziamento;
  • di espressione del territorio storico di intervento;
  • che presentino, come parte del progetto, un programma di auto-valutazione sulla realizzazione del progetto nelle diverse fasi, attraverso parametri oggettivi.

Vengono infine tenuti in considerazione, in questa fase, gli eventuali precedenti progetti già finanziati all’Ente richiedente con particolare riferimento al loro esito e alle loro ricadute, alla regolarità delle rendicontazioni presentate e agli importi concessi.

Oltre i suddetti criteri generali, la Fondazione si riserva di specificare, nei singoli bandi, ulteriori criteri in relazione alle peculiari caratteristiche dei progetti e degli interventi.

Esiti del processo di valutazione

Gli esiti dell’iter di valutazione – siano essi positivi o negativi – verranno comunicati all’Ente richiedente tramite l’area riservata.

In caso di assegnazione di un contributo, alla relativa comunicazione è allegata un’apposita modulistica per la sua accettazione, con l’indicazione delle relative modalità di liquidazione.

Entro 45 giorni dalla data della sopracitata comunicazione il beneficiario deve restituire alla Fondazione tale modulo di accettazione in forma cartacea e debitamente sottoscritto. Qualora il modulo cartaceo non sia presentato entro tale termine, il contributo sarà revocato.

 

Per assistenza tecnica nella compilazione contattare Struttura Informatica (tel. 051 780397 - email: assistenzarol@strutturainformatica.com)

Login